Skip to content

Ministro Galletti: “Ecobonus? Non basta la proroga, occorre la stabilizzazione”

ottobre 15, 2014

Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti Smart Energy Expo

L’ecobonus non va solo confermato per il 2015, come abbiamo deciso di fare, ma va reso strutturale “. Ad affermarlo è il Ministro dell’Ambienta Gian Luca Galletti, nell’ambito dello Smart Energy Expo che si è chiuso a Verona venerdì scorso.

“Gli introiti che abbiamo avuto in termini di maggiori imposte con l’economia – continua il Ministro – sono superiori ai contributi che abbiamo dato: è stata un’operazione in attivo, vantaggiosa per lo Stato, le famiglie e l’ambiente. Ora dobbiamo continuare anche con più forza, rendendola stabile, perché famiglie e imprenditori hanno bisogno di conoscere per tempo i settori in cui si può investire e fare business”.

All’interno della Conferenza sugli Stati Generali dell’Efficienza Energetica, il Ministro è intervenuto raccontando le motivazioni delle scelte in merito di efficienza energetica, spiegando il contesto internazionale.

“Ho partecipato all’incontro promosso da Ban Ki-moon all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in cui il segretario generale ONU ci ha esortato a una politica decisa di contrasto ai cambiamenti climatici. I cambiamenti climatici non sono più un problema dei nostri nipoti, ma nostro e dei nostri figli. Richiede risposte politiche immediate. Davanti alla presa d’atto di una problema grave, certificato dalla scienza e che può causare danni fortissimi in tutto il Pianeta- pensate all’immigrazione, alle guerre, ai sistemi economici, non dare una risposta immediata non sarebbe solo un atto di ipocrisia, ma un vero e proprio assassinio della politica.

Noi ci stiamo impegnando come presidenti del semestre europeo per un accordo ambizioso sui cambiamenti climatici a livello europeo, da raggiungere il 23 ottobre, per arrivare alle Conferenze di Lima e Parigi dando il buon esempio. L’accordo include tre pilastri: riduzione delle emissioni di CO2, efficienza energetica ed energia rinnovabile.

Siamo davanti a un bivio: o passiamo i prossimi dieci anni a lamentarci degli impegni futuri, fino a quando la scadenza arriva, oppure proviamo a trasformare la questione in una grande opportunità economica.”

L’efficienza quindi sia per risolvere questioni ambientali, che come opportunità economica da cogliere per permettere a famiglie e imprese di risparmiare sui costi energetici: “L’efficienza energetica – ha aggiunto il ministro Galletti, è il futuro del campo ambientale: fa risparmiare le famiglie, abbassa le bollette, permette allo Stato di fare spending review. Nel decreto 91 abbiamo stanziato 350 milioni per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, partendo dalle scuole. Abbiamo un ritorno in termini di risparmi per lo Stato fortissimo, possiamo risparmiare fino al 40% di quanto spendiamo oggi per elettricità e gas. Sono molti soldi”.

Noi di Italtherm abbiamo a cuore il vostro risparmio energetico, mettendovi a disposizione le migliori tecnologie: come ad esempio la caldaia a condensazione Time con l’esclusivo sistema Aqua Step e l’impianto solare termico Easy Solar 150, l’unico solare termico che integra nel pannello un accumulo sanitario da 150 litri e un sistema elettrico alimentato da un piccolo pannello fotovoltaico. Visita il nostro sito e contattaci!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: