Skip to content

Obiettivi Europei al 2030: rinnovabili ed efficienza energetica al centro dell’energia del futuro

febbraio 25, 2015

Obiettivi Europei al 2030: rinnovabile ed efficienza energetica

I leader europei hanno concordato il 23 ottobre scorso gli obiettivi in tema di clima ed energia al 2030: il pacchetto di politica energetica al 2030 indirizza il sistema energetico europeo verso una strada di sostenibilità, competitività e sicurezza energetica. Ecco qua di seguito gli obiettivi europei, con uno speciale focus per quanto riguarda l’efficienza energetica.

L’obiettivo è centrale non solo per l’energia, ma anche per il sistema industriale e il concetto di Europa del futuro che i leader europei vogliono offrire ai cittadini: i target europei su clima ed energia delineeranno la direzione del sistema energetico europeo, verso un’economia a basso contenuto di carbonio. Su questi target si è molto discusso e, certo, si sarebbe potuto fare di più per accelerare il percorso verso la decarbonizzazione dell’energia; c’è da dire, comunque, che l’Europa ancora vuole muoversi da protagonista del cambiamento, e la definizione degli obiettivi al 2030 prima delle altre maggiori economie ne è una conferma.

Ecco qua tutti gli obiettivi al 2030.

1. Riduzione delle emissioni di CO2 del 40%

Al centro delle politiche europee vi è il taglio delle emissioni di gas serra del 40% entro il 2030 rispetto al 1990: questa l’impegno interno, che l’Europa intende offrire sul piatto dei negoziati internazionali sul clima che sfoceranno a dicembre 2015 nella Conferenza sui cambiamenti climatici di Parigi. Secondo l’Unione Europea, questo obiettivo è anche in linea con la roadmap che indica un target di riduzione delle emissioni dell’80%-95% al 2050.

2. Aumento della quota di energia rinnovabile ad almeno il 27%

L’energia rinnovabile svolgerà un ruolo chiave nella transizione al nuovo sistema energetico. L’obiettivo fissato al 27% è vincolante; alcuni analisti hanno evidenziati che l’Europa potrebbe fare di più in materia di rinnovabili, ma sia la Commissione Europea che il Consiglio d’Europa hanno accordato questo livello.

3. Incremento dell’efficienza energetica di almeno il 27%

La Commissione Europea aveva proposto un target di risparmio energetico del 30% entro il 2030, seguente a una revisione della Direttiva sull’Efficienza Energetica. L’obiettivo proposto si basa su risultati già conseguiti: i nuovi edifici, infatti, usano la metà dell’energia utilizzata negli anni ’80, mentre l’industria l’intensità energetica è diminuita del 19%. Il Consiglio d’Europa ha adottato il target indicativo del 27%, che sarà rivisto dopo il 2020 con in mente un obiettivo del 30%.

E tu, vuoi risparmiare energia a casa tua? Consulta le proposte di Italtherm! Come la caldaia a condensazione Time con l’esclusivo sistema Aqua Step e l’impianto solare termico Easy Solar 150, l’unico solare termico che integra nel pannello un accumulo sanitario da 150 litri e un sistema elettrico alimentato da un piccolo pannello fotovoltaico. Visita il nostro sito e contattaci!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: