Skip to content

Manutenzione delle caldaie: gli obblighi di legge e le buone pratiche

novembre 10, 2017

Intervista all’ing. Giovanni Fontana di Italtherm.

  • In che cosa consiste la manutenzione della caldaia?

Gli interventi di manutenzione della caldaia sono una serie di operazioni finalizzate a contenere il degrado normale d’uso. L’intervento di manutenzione della caldaia è un check up del suo funzionamento: comprende la manutenzione ordinaria e il controllo dell’efficienza dell’apparecchio, monitorando contestualmente le sostanze inquinanti che la caldaia emette. Oltre che per ridurre i consumi energetici e l’inquinamento, è utile anche per assicurare la sicurezza dell’impianto.

In sostanza, con la manutenzione si controlla il regolare funzionamento dell’apparecchio: si eseguono le operazioni necessarie per mantenere la caldaia efficiente e/o evitare che possa rompersi qualche componente quando tale rottura si potrebbe rivelare più antipatica da gestire.

  • È vero che manutenzioni più frequenti aumentano l’efficienza?

Sicuramente sì. È però necessario comprendere bene che la manutenzione non è finalizzata solo ed esclusivamente al mantenimento dell’efficienza, ma anche a un regolare funzionamento dell’apparecchio stesso. Se mi permettete un paragone automobilistico, non è forse ragionevole portare la propria autovettura dal meccanico di fiducia prima di affrontare un lungo viaggio? Certamente se lo facciamo non è solo per esser certi di non consumare più del necessario, ma anche per evitare di rimanere in panne durante il viaggio stesso, inoltre, più l’autovettura è datata e più tale prassi è “consigliabile”. Ora trasponete l’autovettura nella caldaia, il meccanico nel manutentore e il lungo viaggio nella stagione invernale.

  • Quali sono le operazioni che vengono eseguite?

Una manutenzione normalmente prevede le seguenti operazioni:

– Rimozione delle eventuali ossidazioni dal bruciatore e dagli elettrodi;

– Pulizia delle eventuali incrostazioni degli scambiatori;

– Verifica dell’integrità e della stabilità dei rivestimenti in fibra ceramica nella camera di combustione, ed eventuale sostituzione;

– Controllo accensione, spegnimento e funzionamento dell’apparecchio;

– Controllo di tenuta raccordi e tubazioni di collegamento gas e acqua;

– Controllo del consumo del gas alla potenza massima e minima;

– Verifica di intervento dei dispositivi di sicurezza;

– Verifica del regolare funzionamento dei dispositivi di comando e regolazione dell’apparecchio;

– Verifica dell’assenza di fuoriuscita dei prodotti di combustione verso l’ambiente interno, del buon funzionamento e dell’integrità del condotto e/o dispositivo di scarico dei fumi e dei relativi terminali ed accessori

  • Per chi vuole installare una nuova caldaia, cosa consiglia?

Per quanto attiene ai prodotti Italtherm consiglierei un modello della serie CITY CLASS, il massimo per quanto concerne il comfort e l’efficienza. Ad oggi l’installazione di queste caldaie a condensazione e ad alto risparmio energetico è fortemente incentivata anche dallo stato italiano sia dal punto di vista fiscale, con le detrazioni al 65%, per cui consiglierei… di sbrigarsi!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: